la casa ponzese - casacarmela
 

la casa ponzese

mappa b & b.bmp

L'architettura a Ponza è un "piccolo miracolo", perchè nasce non da un piano urbanistico ben definito ma da una sorta di sviluppo spontaneo.

 

L'unica area infatti che deriva da una progettazione unitaria ben definita è il bellissimo porto con gli edifici pubblici (chiesa, uffici, palazzina comunale) attorno al quale negli ultimi due secoli sono via via sorte le abitazioni civili, in un felice disordine che ha prodotto nel tempo un centro storico perfettamente inserito nell'ambiente collinare dell'isola, senza alcun impatto ambientale, con forme proprie, quali i tetti a volta che servivano per convogliare l'acqua piovana verso le cisterne di raccolta ( in un'isola l'acqua è un bene prezioso), l'uso diffuso della calce, le case-grotta (così erano chiamate le prime abitazioni costruite dai primi colonizzatori dell'isola, perchè in parte sfruttavano grotte scavate nel tufo, per poi estendersi all'esterno).

 

A questi elementi vanno aggiunti altre caratteristiche, quali il labirinto di viuzze e scalinate che si diramano dappertutto, le personalizzazioni delle diverse abitazioni (edicole religiose, affreschi, ecc.), la varietà cromatica dei colori pastello (giallo, bianco, rosa, azzurro) con cui sono dipinte le case. Il tutto a creare un'atmosfera piacevolissima.

 

 

PANO_20140721_124937.jpg